Come ottenre un prestito senza busta paga

Il prestito concesso anche in assenza di busta paga, prevede delle cambiali come forma di restituzione del pagamento erogato; questi titoli hanno valore esecutivo e in caso di insolvenza permettono alla banca di pignorare i beni del debitore.

Quali sono i vantaggi dei prestiti cambializzati e quando è conveniente richiederli?

Pagare le rate mensili con delle cambiali

Questa tipologia di finanziamento si distingue dalle altre modalità di prestito bancario, poiché in restituzione dell’importo erogato dà la possibilità di pagare le rate mensili con delle cambiali, consentendo anche a chi non ha una busta paga di richiedere e ottenere un prestito. Al contempo, questi titoli con valore esecutivo, offrono una maggiore garanzia all’istituto bancario, che in caso d’insolvenza del debito, può recuperare il dovuto, richiedendo e ottenendo il pignoramento dei beni di proprietà del debitore.

La richiesta di prestito senza busta paga,

è accettata o rifiutata dall’istituto di credito in tempi brevi (si può ottenere l’intera somma in 24 ore). La persona beneficiaria del finanziamento, apponendo la sua firma sulle cambiali, si impegna a restituire l’importo entro i tempi stabiliti.

La cambiale: un utile mezzo per chi non ha una busta paga

La cambiale è quindi una risorsa molto utile per chi ha bisogno in tempi brevi di un prestito, ma non ha un’assunzione e una busta paga da poter esibire alla banca come mezzo di restituzione a lungo termine della somma richiesta. La cambiale, con regolare imposta di bollo e la firma del beneficiario del prestito ha valore immeditato, ed essendo una garanzia di pagamento e un titolo esecutivo, impegna il contraente a risarcire il finanziamento e consente alla banca di avviare la procedura di pignoramento dei beni se quest’ultimo è insolvente.

Prestiti senza busta paga: ulteriori garanzie e requisiti

La banca, oltre alla firma sulla cambiale, chiede delle ulteriori garanzie sulla restituzione del capitale erogato:

  • possibilità di pignoramento di un immobile in caso di insolvenza

  • un garante con contratto a tempo determinato, senza altri finanziamenti in corso e che non sia inserito nella categoria dei protestati e dei cattivi pagatori.

Salva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *